Portale FAR - E@syInfermieristica Gen. e Assist. di Base I

[ scrivi al docente ]
Registrati!
FAQsSitografia
Garantire la sicurezza a sé e agli altriLa sicurezza in ospedale
La prevenzione della trasmissione dei microorganismi
Le infezioni nosocomiali
La catena delle infezioni
Le fasi della patologia infettiva
Le linee guida per l'isolamento in ospedale
Il lavaggio delle mani
Gli studi epidemiologici
La sanificazione
La pulizia
La disinfezione
La sterilizzazione
La disinfestazione
Lo smaltimento dei rifiuti
La medicazione della ferita chirurgica
La “wound care”Accertamento delle condizioni cardiocircolatorie

La medicazione della ferita chirurgica

Pagine: | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
| e-portfolio | classe virtuale |

L'incidenza dell'infezione della ferita chirurgica nei nostri nosocomi (Italia) rappresenta oggi un problema ancora piuttosto rilevante (20% delle infezioni ospedaliere) ed eticamente non accettabile.

Il NNISS (National Nosocomial Infections Surveillance System)lo stima invece intorno al 14/16%.

ferita chirurgica [http://www.107sw.mil.pl/img_chirurgia/01.jpg] Al fine di evitare al paziente giornate di ricovero aggiuntive, cure antibiotiche e inutili sofferenze, ed all'intera comunità il cospicuo incremento dei costi, il CDC di Atlanta ha elaborato un documento in cui sono descritte le misure preventive suddivise in 3 momenti specifici:

  • Fase preoperatorie
  • Fase intraoperatoria
  • Fase postoperatoria

Copyright 2021 | SCIENZE INFERMIERISTICHE || Ultima modifica: 20/11/2005 17:41:32 | Credits | Responsabilità |