Il Triathlon di Elisa Varano (eli.varano@libero.it)

FRAZIONE DI NUOTO IN ETA' GIOVANILE (Obiettivi-mezzi-metodologia)

QUALI GLI OBIETTIVI DA PERSEGUIRE PER LAVORARE SU QUESTA FRAZIONE IN ETA' GIOVANILE

  • Acquisizione della miglior tecnica natatoria possibile nello stile libero
  • CapacitÓ di orientamento
  • CapacitÓ di variazione di ritmo di bracciata e gambata
  • CapacitÓ di nuotare in situazioni difficoltose
  • CapacitÓ di sfruttare al meglio la scia del nuotatore che precede
  • Apprendimento e sviluppo della nuotata in acque libere[E1][S1]
  • AbilitÓ di variazione del ritmo di respirazione
  • Apprendimento e sviluppo della tecnica di nuotata a testa alta
  • CapacitÓ di scatto, accelerazione e cambio di velocitÓ
  • CapacitÓ di tuffarsi da blocchi di partenza di differente altezza
  • MEZZI

    Per il bambini che si avvicinano al triathlon senza saper nuotare Ŕ necessario seguire una scaletta didattica[I1] [F1] [F2] che includa tutte le esercitazioni finalizzate dapprima all'ambientamento in acqua e poi all'acquisizione della tecnica del nuoto.

    Ai ragazzi che sanno giÓ nuotare vanno invece proposte progressioni didattiche finalizzate al recupero dei deficit tecnici e al miglioramento di tutti gli aspetti coordinativi legati alla nuotata alle quali vanno aggiunte le esercitazioni utili al triatleta[F3] [F4], anche con l'utilizzo di materiali ausiliari, definite negli obiettivi.

    Ovviamente Ŕ utile, prima di iniziare a lavorare in modo pratico, che i ragazzi conoscano bene i principi che regolano il nuoto [I2] [F5].

    METODOLOGIA

    L'eccessivo carico chilometrico non Ŕ auspicabile in etÓ precoce. E' preferibile invece sicuramente dedicare tempo ed energie alla cura della tecnica cercando sempre di creare delle esercitazioni a carattere ludico[F6].

       9/17   

    Approfondimenti/commenti:

      Nessuna voce inserita

    Inserisci approfondimento/commento

    Indice percorso Edita
    Edurete.org Roberto Trinchero