att013Test per attestato di partecipazione
Staff Sapie

Questo test consente di ottenere l'attestato di partecipazione al Webinar Cosa fare per la didattica delle Scienze nel primo ciclo di istruzione.
Tutti i campi devono essere compilati correttamente. E' possibile ripetere il test più volte.
Garantiamo che le risposte fornite verranno utilizzate esclusivamente per il rilascio del suddetto attestato.

1. Nome e Cognome:

2. Luogo e data di nascita (gg/mm/aaaa):


3. Cosa si può dire sull'andamento degli studenti italiani in Fisica secondo l'indagine IEA-TIMSS 2019:
    L'Italia è tra i paesi che vanno peggio in Fisica
    L'Italia è tra i paesi che vanno meglio in Fisica
    L'Italia ha delle eccellenze in Fisica migliori di quelle degli altri Paesi
    L'Italia andava bene in Fisica negli anni '70, poi è peggiorata

4. Cos'è il progetto HOP?
    Un progetto che mira a insegnare meglio i concetti di Fisica teorica
    Un progetto che mira ad avvicinare e motivare gli studenti italiani allo studio della Fisica

    Un progetto che ha ottenuto riscontri evidence-based in ambito internazionale
    Un progetto che prevede che gli studenti possano sperimentare i concetti di Fisica a casa loro

5. Come può aiutare la conoscenza della Fisica a fare ipotesi su un oggetto non visibile, chiuso in una scatola?
    Attraverso l'uso di strumenti per aprire la scatola e vedere l'oggetto
    Attraverso la misurazione o la rilevazione di vari parametri (peso, reazione al campo magnetico, suono emesso, ...)
    Attraverso la costruzione del pensiero creativo nello studio dei concetti di Fisica
    Attraverso lo sviluppo di strategie di sperimentazione in laboratorio

6. Perché è importante porre agli allievi della scuola secondaria di primo grado batterie di domande di Fisica?
    Per controllare l'affidabilità dei dati IEA-TIMSS
    Per rilevarne preconoscenze ed eventuali carenze

    Per dare all'allievo un'idea dei problemi che si troverà a dover risolvere se deciderà di studiare Fisica
    Per sostituire i problemi presenti sui libri di testo, che risultano essere inadeguati

7. Cosa si può dire secondo l'indagine Ocse-Pisa sull'andamento dei quindicenni italiani in Scienze?
    Negli anni '80 si faceva la didattica laboratoriale che ora non si ha più il tempo di fare
    Negli anni '60 e '70 gli studenti erano più bravi in Scienze rispetto a oggi
    Dal 2006 siamo costantemente migliorati
    Dal 2012 è in atto un continuo peggioramento

8. Qual è l'effetto connesso al non avere un curricolo rigido di Scienze condiviso da più scuole?
    Vi è frammentazione dei contenuti e scarsa visione di insieme, che porta l'insegnante a privilegiare gli argomenti che ritiene più semplici per i suoi allievi
    Vi è difficoltà nell'allestire il laboratorio scolastico e le esperienze che si possono fare al suo interno
    Gli allievi si demotivano allo studio delle Scienze, perché non capiscono appieno il senso di studiare gli argomenti legati a quella disciplina
    Si genera frammentismo dei contenuti e ogni scuola affronta concetti diversi e non correttamente sequenzializzati

9. Cosa si può dire in relazione agli insegnanti di discipline STEM nella scuola secondaria di primo grado in Italia?
    Non ritengono che la solida conoscenza della materia sia un prerequisito chiave per poterla insegnare efficacemente
    Si aggiornano meno dei colleghi di altri Paesi sulle competenze nelle Tecnologie dell'informazione e della comunicazione
    Si aggiornano meno dei colleghi di altri Paesi sulle competenze pedagogiche

    Sono convinti che per insegnare serve una solida formazione pedagogico-didattica

10. Quali di questi momenti sono particolarmente importanti per una didattica efficace delle Scienze?
    L'attivazione delle preconoscenze dell'allievo e la pratica guidata per rinforzare gli apprendimenti
    L'uso del laboratorio e la sperimentazione indipendente dell'allievo
    La memorizzazione di algoritmi e procedure e la loro esposizione orale
    La costruzione di un rapporto di fiducia tra insegnante e allievo e la messa alla prova di questo rapporto

11. Cosa si può dire sui libri di testo per l'insegnamento delle discipline STEM nella scuola secondaria di primo grado?
    Non supportano adeguatamente all'uso del laboratorio
    Sono scarsamente aggiornati rispetto alle possibilità tecnologiche attuali
    Contengono un ventaglio esaustivo di argomenti, spesso trattati molto bene
    Contengono pochi argomenti, quindi andrebbero integrati con materiali progettati ad hoc

12. Cosa si può dire sugli argomenti da trattare nell'insegnamento delle discipline STEM nella scuola secondaria di primo grado?
    E' necessario spiegare tutto ciò che è presente sui libri di testo, anche rapidamente
    E' necessario fare delle scelte e rinunciare a qualcosa
    E' necessario fare una panoramica di tutti gli argomenti

    E' necessario supportare l'insegnamento con l'uso di tecnologie informatiche

13. Come si potrebbe migliorare l'insegnamento delle discipline STEM nella scuola secondaria di primo grado?
    Aumentando le competenze relazionali degli insegnanti
    Dotando tutte le scuole di laboratori per l'insegnamento sperimentale della fisica e della biologia
    Costruendo un curricolo condiviso tra più Istituti sugli argomenti fondamentali
    Puntando sull'insegnamento supportato dalle tecnologie informatiche

 

Inserire i dati, avendo cura di completare i campi obbligatori (campi con sfondo giallo), se presenti. Una volta completato, il modulo potrà essere inviato al server.