Climi e biomi del mondo di Alessandra Cussa (alessandra.cussa@tiscali.it), Chiara Dalmasso (chiara_cris@libero.it), Marcello Ristorto (marcelrouge@alice.it)

Le oasi

Flora
Fauna

Le oasi [E1] [S1] [E1] [F1] sono sparse all'interno dei deserti e la loro distribuzione di vitale importanza per i collegamenti tra Africa nera e mediterranea, o per chiunque volesse attraversare il deserto. Il termine "oasi" deriva dall'egiziano "waha", che significa "stazione". L'oasi, infatti, si pu definire un'area fertile all'interno del deserto, dove l' acqua, per un affioramento locale della falda idrica sotterranea, presente in un quantitativo sufficiente per permettere la crescita di vegetazione permanente.Le oasi, che possono avere varia estensione, in genere si trovano in aree depresse o lungo i corsi degli widiyan e la presenza dell'acqua rende possibile l'insediamento umano e la coltivazione di alcune colture. Le caratteristiche dell'oasi sono il risultato congiunto della natura e del lavoro dell'uomo, che modifica il paesaggio per trarne beneficio.

Oasi Un'oasi del deserto

Flora

La pianta caratteristica dell'oasi la palma da dattero [I1] [S1] [E1] [F1] che fornisce agli abitanti cibo, materiale per la costruzione delle abitazioni, legna da ardere e olio per cucinare; le sue lunghissime foglie offrono, inoltre, riparo ed ombra. Nelle oasi possono essere coltivati agrumi, miglio, ortaggi, orzo e alberi da frutto (fichi, albicocche, melograni).

Palma da dattero La palma da dattero

Fauna

Grazie alla sua ricca flora l'oasi anche un importante habitat per una moltitudine di uccelli, in particolare per i migratori invernali. Troviamo anche il cammello [S1] [F1] [E1] [I1] e il dromedario.

   8/34   

Approfondimenti/commenti:

    Nessuna voce inserita

Inserisci approfondimento/commento

Indice percorso Edita
Edurete.org Roberto Trinchero